Welcome to MB International

  • Languages:
  • EN
  • IT


  Contact : 045 761 4998

Effetti biochimici

Effetti biochimici

 

Gli effetti biochimici a livello cellulare, ottenibili con i campi magnetici possono essere così raggruppati:

  • stimolazione dell’attività mitocondriale
  • stimolazione della sintesi di acidi nucleici
  • aumento della sintesi proteica
  • modulazione delle attività enzimatiche
  • variazione del pH inter ed intra cellulare.

Con l’incremento dell’attività funzionale della cellula, si può spiegare intuitivamente l’azione analgesica della magnetoterapia; infatti la iperpolarizzazione cellulare porta ad un innalzamento della soglia dolorifica che ha come conseguenza un eventuale effetto decontratturante muscolare.

Gli effetti dei campi magnetici sull’organismo possono essere riassunti in:

1) apporto di cariche elettriche negative all’interno dei tessuti per effetto pizoelettrico delle proteine
2) variazione del potenziale elettrico di membrana
3) aumento degli scambi ionici intra ed extra cellulari a livello della membrana
4) modificazione della permeabilità della membrana cellulare
5) attivazione delle reazioni enzimatiche ed auto—immunitarie
6) attivazione della pompa Sodio/Potassio con miglioramento della sua funzione
7) variazione dell’eccitabilità della placca neuromuscolare e dell’assone
8) riduzione dei tempi di consolidamento osseo dopo una frattura
9) accelerazione dei processi di riparazione dei tessuti (lesioni cutanee, piaghe, ulcere)
10) riduzione dello spasmo muscolare
11) azione anti infiammatoria e anti edemigena
12) attivazione del metabolismo e della respirazione cellulare
13) aumento della pressione parziale di O2 nel tessuto di superficie
14) aumento locale della vascolarizzazione e del flusso sanguigno
15) dilatazione sia dei grandi vasi (arteriosi e venosi) che dei capillari nutritivi periferici
16) aumento della irradiazione di calore del corpo umano
17) aumento di scorrimento nei capillari sanguigni
18) riduzione della viscosità sanguigna a causa della ridotta aggregazione eritrocitaria.