Welcome to MB International

  • Languages:
  • EN
  • IT


  Contact : 045 761 4998

Magnetoterapia

La magnetoterapia a campo stabile è conosciuta fin dai tempi antichi, essendo infatti ricordata nei libri di Plinio e di Aristotele l’azione terapeutica dei magneti.

Anche gli Egiziani, i Greci, gli Ebrei, e molti altri, conoscevano l’effetto terapeutico dei magneti naturali avendo creato degli amuleti di materiale magnetico che portavano come ornamento.

Pur restando avvolta in un alone empirico-mistico, la magnetoterapia con magneti artificiali veniva usata alla fine del settecento in Francia per la cura delle malattie nervose, nelle contratture muscolari e nei dolori di vario genere.

Dall’inizio della seconda metà del nostro secolo, si sono intensificati gli studi dei campi magnetici per quanto riguarda il biomagnetismo e la magnetoterapia sulla scia degli studi dell’influenza del geomagnetismo sull’organismo umano.

La magnetosfera, generata dall’interazione del campo magnetico terrestre con il vento solare, costituisce uno scudo protettivo in cui la materia vivente del nostro pianeta è sempre stata immersa.

Il campo magnetico terrestre possiede una bassa intensità (0,47 GAUSS) che si riduce dai poli all’equatore e presenta oscillazioni annuali, stagionali e giornaliere che si ripercuotono sull’orologio biologico degli organismi viventi.

Altri comportamenti degli esseri viventi (come la precisa direzione del passaggio degli uccelli, i movimenti di alcuni insetti, la crescita delle piante, ecc,) dipendono dalla direzione del campo magnetico terrestre.

Approfondimenti

  • Biofisica dei campi magnetici
  • Effetti istologici
  • Effetti dei campi magnetici a campo stabile
  • Effetti biochimici
  • Controindicazioni
  • Indicazioni terapeutiche dei campi magnetici
  • Dosaggio